La storia della rete letto {0}

la storia della rete lettoLa storia ci racconta che fin dall’antichità l’uomo ha costruito dei giacigli, di fortuna o finemente ingegnati, per riuscire a godersi il meritato riposo dopo essere andato a procurare il cibo o aver lavorato un intera giornata. Nell’arco dei secoli sono stati creati diversi modelli, utilizzando vari materiali, anche se quello più adoperato era sicuramente il legno. Questo fino al primo Novecento quando, grazie alla rivoluzione industriale, vennero utilizzati materiali differenti per creare nuovi prodotti, e nello specifico, la possibilità di sfruttare i metalli per la costruzione in serie di oggetti; in Italia, si cominciarono a fabbricare delle reti metalliche che a poco a poco andarono a sostituire le loro antenate in legno.

 

Intanto in Francia nei sommier si abbinavano alle basi in legno delle fasce elastiche o dei sacconi elastici a molle biconiche per inserire al loro interno l’imbottitura: il procedimento ero lo stesso di quello utilizzato per riempire i divani da salotto e la rigidità del modello dipendeva dal cassone di legno con all’interno delle molle.

Questi materassi, ovviamente, venivano utilizzati dalle persone più abbienti… situazione diversa era quella delle persone più povere, che non potendo permettersi dei letti migliori, si accontentavano di utilizzare delle tavole di legno, poggiate su capre in ferro, con sopra un materasso creato con foglie di granoturco o altri vegetali.

 

La rete metallica è un articolo ancora oggi utilizzato un po’ ovunque, e consiste in una tensostruttura composta da un telaio rigido e da trame metalliche di diverso genere, anche se negli anni ha subito alcune modifiche. Una pecca di questo tipo di materiale, infatti, era la deformabilità nel tempo, e per questo motivo sono stati introdotti negli anni diversi accorgimenti, come, ad esempio, l’aggiunta di diversi tipi di maglie di ferro soprattutto nella parte centrale del letto, dove la tensione orizzontale è maggiore. La produzione dei materassi a molle, però, ha peggiorato la situazione tanto da indurre i produttori di reti metalliche a una rivoluzione generale del manufatto per poter sfruttare al meglio le potenzialità e le peculiarità dei diversi materassi. Ecco perché oggi esistono vari modelli di rete letto, in legno, in alluminio, in metallo, tutti perfettamente compatibili con i diversi tipi di materassi in commercio.

 

Visita il nostro shopping Giwa materassi

Parla con un esperto 7 giorni su 7: Tel: 0522698549